Il Blue Monday

Con gli amici ci salutiamo il lunedì definendolo LuMerdì.
Un classico lunedì di merda.

Oggi è diverso. E’ il blue Monday, il giorno più triste dell’anno. Continua a leggere

Annunci

Come meditare

Molto tempo fa avevo notato che molte guide di self-improvement citavano la meditazione.
Meditare, dicevano, è un’ottima via per migliorare alcune capacità.
Certo, ora mi metto a fare yoga per essere più bravo.
L’ho pensato io, e magari lo pensate pure voi.
E’ la classica cazzata all’americana, moda passeggera.
Io ho provato, e mi sono ricreduto.

Continua a leggere

Diventare ricchi nascendo poveri

Il giovane Dantes che cerca vendetta.
Il giovane Grifis che guarda il castello dai vicoli bui.
Il giovane Gatsby che insegue la sua Daisy.

La letteratura è piena di miti simili. Da povero a ricco. Avventure e vendette, sangue e lusso sfrenato. Un mito per il quale è difficile non avere una certa empatia. Chi non avrebbe voluto trovare il tesoro degli Spada nella grotta di Montecristo?

Purtroppo, nella vita reale certi tesori non esistono. Devono essere creati da zero.
Qualcuno ci riesce. Continua a leggere

Buoni propositi per l’anno nuovo

Buon 2018. Bentornati a tutti.
Dopo aver smaltito la sbronza, dopo aver riconosciuto che la bilancia non è più dalla vostra parte, vi invito ad iniziare il 2018 al meglio.
I buoni propositi?
Fare meglio del 2017, ovviamente.

Continua a leggere

[Guide]12 comportamenti per diventare ricco

So già di non essere molto simpatico, e dopo aver letto questo articolo mi odierai ancora di più.
Non cercando particolari gratificazioni facili, vado dritto al punto.

No, non sono ricco.
Ma neanche tu, giusto?
Non so tu ma a me questa storia non va a genio. Continua a leggere

Imparare dai migliori: Richard Branson

Ci sono esempi virtuosi da seguire.
Alcuni di questi ci fanno sentire ispirati, motivati.
Ci spingono a fare di più ogni giorno. Altri ci fanno soltanto incazzare Continua a leggere

Architetto o Schiavo?

In tutta la mia vita ho conosciuto solo due architetti, uno lavorava, l’altro faceva lo schiavo.
Avete presente quando nei meravigliosi anni 70 l’architetto era una figura riverita, importante, altolocata? Come l’avvocato, il medico, il cardinale (no il cardinale vince ancora).

A quanto pare la categoria in esame oggi, gli architetti, non se la passano bene.
A parte chi era architetto negli anni 70, ovviamente, quelli stanno da Dio. Continua a leggere