Come si fa lo scrutatore durante il referendum

Ho passato la giornata di ieri a fare lo scrutatore elettorale per il referendum costituzionale.

18 ore quasi ininterrotte di lavoro presso un seggio in un quartiere popolare a Palermo.

Prima di raccontare come si è svolta la giornata lavorativa, voglio precisare quanto segue:

il voto regolare è stato garantito dalle forze dell’ordine, da liberi cittadini che hanno assistito allo spoglio, da funzionari pubblici e dall’impossibilità di cancellare le schede

Con buona pace degli allarmisti, dei complottisti o fan dei Litfiba, le matite non erano cancellabili. Ci sono voluti i Carabinieri, l’intervento dei presidenti di seggio e un pò di buone maniere per far calmare i complottisti arrivati ieri.

Un elettrice è entrata dentro la cabina con in tasca una gomma e, provatala su un foglio di carta NORMALE ha constatato la sua teoria, letta su Facebook qualch minuto prima. La gomma cancellava “male ma cancellava”. L’elettrice stessa, nonostante l’illegalità del suo atto, chiamò i Carabinieri, per mettere agli atti che la matita cancellava la scritta a matita fatta su un foglio che lei stesa aveva introdotto al seggio. Una volta spiegatole che la scheda elettorale e la matita fornita erano fatte apposta per non poter essere cancellate, davanti alle forze dell’ordine chiese scusa. Incurante dell’aver messo a repentaglio il voto di altri cittadini, pazientemente in fila a guardare lo show. Un’altro neanche provò a cancellare, iniziò a urlare verso il presidente di seggio, accusandolo di brogli “voi cancellate le schede”. Molte parole di troppo, arrivano di nuovo i Carabinieri.
Con calma spiegano che tali accuse non sono giustificabili, sopratutto  a 6 ore dalla fine del voto. E’ facoltà dei cittadini assistere alle operazioni di spoglio, in quanto operazioni a porte aperte. Se ovviamente vuoi stare sveglio fino alle due di notte.

Forse è meglio andare a dormire presto ed urlare a casaccio, rischiando denunce, piuttosto che aspettare in piedi, e controllare.

Ho avuto la fortuna ed il provilegio di assistere ad un momento importante per la Repubblica, lavorando accanto a cittadini esemplari e al servizio di elettori modello, nonostante l’ubicazione del seggio, un quartiere popolare malfamato, potessero far sperare il contrario.

Questo mi ha dato fiducia nel futuro e nel prossimo, indipendentemente dal risultato elettorale. Esiste la brava gente, anzi, ne siamo circondati.

Salvo qualche stronzo, come i 7 sconosciuti e le loro schede nulle, piene di insulti.

 

Annunci

One thought on “Come si fa lo scrutatore durante il referendum

  1. Pingback: Economisti? Come Paolo Fox, o peggio | Bad Work

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...