Cosa vuol dire Smart Working

Ogni tanto è necessario aggiornare il dizionario.

I nuovi termini, di origine anglosassone o quasi, hanno il vantaggio di essere tremendamente carichi di significato. In una parola racchiudi un concetto e non l’indicazione di un oggetto. Smartphone non è un telefono, concept non vuol dire progetto, selfie non vuol dire autoscatto con facce da ebete.

Se dico “lavoro intelligente” non indico nulla, non aggiungo alcun contributo alla conversazione. La lingua italiana prevede l’arricchimento, quella inglese prevede l’eliminazione dei termini superflui. Se dico Smart Working posso indicare numerose fattispecie, indicare più situazioni lavorative, più incarichi. E’ un termine che verrà utilizzato sempre di più, e sempre più a sproposito.

Siamo ad un passo più in là della flessibilità del lavoro, della destrutturazione delle aziende, delle gerarchie e delle mansioni. Utilizzato in maniera corretta, il termine indica

un nuovo modello di organizzazione del lavoro, centrato su 1) una concezione diversa delle Risorse Umane, dove la fedeltà ad un unico datore di lavoro e ad un unico incarico viene abbandonata ,2) un utilizzo della tecnologia più diffuso, nel quale chi ancora non ha compreso come si utilizzino gli strumenti base, chi non è in grado di apprenderne ulteriori, chi non si aggiorna è lasciato indietro, 3) monitoraggio delle prestazioni, attraverso le moderne tecnologie, in grado di quantificare il contributo dato all’azienda, basato su numeri e valutazioni.

Detto così sembra buono. Lo è. Ma stiamo attenti.

Se è vero che il destino dei lavoratori è intraprendere questa strada, fatta eccezione per la pubblica amministrazione, devono essere garantite alcune salvaguardie, altrimenti siamo all’eccesso della precarietàman-1191845_1280.Il concetto di smart working non è aperto a tutte le categorie professionali. Si prevede che possa essere adottato solo da professionisti ad alto livello di creatività come programmatori, designer, marketing specialist oppure da figure come le vendite, la consulenza, progettazione. O per le Risorse umane, come chi vi scrive.

Qui interviene Uber, e la critica fatta al colosso dei trasporti via smartphone. Se il concetto viene portato all’estremo, sopratutto il punto 3, accade il contrario delle aspettative, ossia la schiavitù del cottimo (versone 2.0). Algoritmi che calcolano le prestazioni, contratti di lavoro non negoziati, guadagni inferiori all’euro per ora. Nessuna garanzia, nessun contatto umano con l’azienda.

Nel suo ideale, lo smart working è uno spazio di libertà per il lavoratore. E la libertà si paga, sappiatelo. Un dipendente a tempo indeterminato ha più retribuzione, più ore di lavoro, meno libertà, meno specializzazione nel mercato del lavoro. In un recente intervento, Beppe Grillo ha auspicato proprio questo, alla luce dei prossimi scenari tecnologici. Avere più libertà, perseguire i propri progetti, essere meno “schiavi”.

Il problema è se le aziende come Uber utilizzano proprio il principio di Smart Working per avere una nuova frontiera dello sfruttamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....A communal enjoin!

'mypersonalspoonriverblog® www.blogitalia.org

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

FUC

Future Under Construction

Lavoro Esaurito

Cronache dai più assurdi colloqui di lavoro

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Bellezza & Benessere

La Sareètt in The Wonderland

opinionevent

L'evento con l'opinione intorno.

Chiara Monique

Official Blog

30 anni disoccupata

un blog per condividere sfighe e dolori di una trentenne disperata

La divina carriera

Consigli per la tua vita professionale

Topgonzo's Blog

Antologia di topogonzo (e nugae varie)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Bad Work

Come sopravvivere ai lavori di merda

Like a Pianta Grassa

Poca acqua e poca terra sotto i piedi. Blooming

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Il lavoro quando non c'è lavoro

Cercare il Sacro Graal in confronto sarebbe una passeggiata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: