Il Cinese (parte 2)

Il Cinese è uno di noi, uno che combatte ogni giorno, che si scontra con il mondo del “lavoro”.

Mi ha raccontato due storie, e voglio riportare a voi la prima.

La storia che voglio raccontarvi risale a circa dieci anni fa.
Lui era giovane, appena ventenne. Riceve via posta una lettera indirizzata a lui. Un foglietto fotocopiato, indicante un annuncio di lavoro “per lui”. Indirizzo, data, istruzioni. L’esca era l’indicazione del mittente. Olivetti.

Il Cinese si occupa e si interessa di informatica, quindi l’interesse è ancora maggiore.

Va all’incontro. Lui e altri cinquanta. Gli viene somministrato un test di intelligenza, uno di quelli standard che trovi anche online. Parecchie domande di logica, un paio di cultura generale, qualcun’altra di informatica base.

Finisce il test e va a casa.

Dopo sei mesi la risposta, via posta (avevano in ogni caso il suo numero).Aveva superato con successo il test, poteva andare al colloquio, ma “con l’accompagnamento di un genitore“. Perchè? Aveva vent’anni. A che serviva?

Titubante va con il genitore all’incontro, presso la “sede” dell’Olivetti. Il colloquio era un elenco dei suoi pregi, delle sue qualità come giovane promessa. Peccato non avesse alcuna conoscenza di Visual Basic. Non lo conoscete neanche voi? E’ un software di programmazione grafica della Microsoft.Molto in voga anni fa, ora quasi del tutto obsoleto.

Il tizio, rivolgendosi al padre e non al nostro eroe, elenca i meriti di Visual Basic, di come serva nell’attuale mondo del lavoro, di come aiuti a formare una professione.

Ed ecco qui  la fregatura. Tutto era stato fatto per quel momento. Il momento fatidico dove ti viene impaccato un corso di formazione da 600€. I due si alzano e se ne vanno.

Con il passare del tempo, i truffatori si sono evoluti, niente più posta cartacea ma mail spam, annunci studiati. Ora la formazione la paga lo Stato, grazie ai fondi europei che sono caduti come pioggia nelle tasche di molti. Non c’è più una Olivetti, ma le esche vengono create in modo molto simile. Si usa l’Enel, Eni, Google.

Il procedimento è lo stesso, fate attenzione:

  1. attirare la preda, usare un’esca ad hoc, l’azienda è sempre prestigiosa, leader, dinamica, giovane.
  2. creare il bisogno attraverso la disperazione: la disoccupazione è alta, moriremo tutti, sei disperato, non guadagni
  3. offrire la soluzione: loro hanno la bacchetta magica, la soluzione in pochissimo tempo e pochissimo denaro (il tuo)
  4. se sei dentro non puoi uscire facilmente, hai già investito qualcosa, e non l’avrai mai in tempo
  5. creare ammirazione: loro sono bravi, ricchi, di successo. Disdegnano il lavoro degli altri e di chi non approva i loro metodi

Ricorda qualcuno?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...