Il soft power

Il colibrì

Soft power: cos’è e che conseguenze ha?

Il termine “soft power” fu coniato all’inizio degli anni novanta ed è tuttora utilizzato nella teoria delle relazioni internazionali per descrivere l’abilità di un potere politico di persuadere, convincere, attrarre e cooptare, tramite risorse intangibili quali “cultura, valori e istituzioni della politica”. Questo è logicamente tanto più forte, e utile agli occhi di uno stato, quanto riesce ad espandersi negli altri stati. Fondamentale è quindi la componente linguistica, non a caso il paese ritenuto con il soft power maggiore, gli USA, utilizza in ambito interno la lingua inglese, la lingua franca contemporanea. Un altro esempio linguistico ma non solo è la promozione della Repubblica Popolare Cinese di istituti di lingua e cultura chiamati “Istituti Confucio” che hanno il compito di diffondere una selezione della storia e della tradizione insieme alla lingua e alla cultura.

Ad un prima impressione non si è portati ad…

View original post 310 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...