I Campioni del Crack (book review)

Lo penso ormai da tempo e questo libro me ne ha dato un’ulteriore prova. Le storie di falimenti, disastri, di errori madornali sono le più istruttive.

Se vi raccontassi la storia di Jobs, ad esempio, non imparerete nulla. L’abbiamo capito, era bravo, fortunato, avventuroso. Ma la sua storia non ci da altro. Può essere una storia ispiratrice, ma non una storia istruttiva. Non impari nulla.

Dal fallimento altrui invece impari tanto. Sei costretto a riflettere, a pensare “perchè l’ha fatto?” oppure a chiederti “cosa avrei fatto io al posto suo?”. Contestualizzi, fai esempi, ti ricordi che tutti possono fallire. Ti rimette con i piedi per terra.

Il libro di oggi racchiude storie di imprenditori, al top del loro successo. Miliardari, famosi, giovani o meno giovani. Avevano tutto: ville, jet privati, mogli modelle, amanti, squadre di calcio, auto di lusso. Tutto guadagnato con il duro lavoro, con l’idea imprenditoriale geniale, con la fatica, la fortuna o altro.

E tutto finisce in un attimo.

Si racconta del miliardario inglese, del banchiere americano, del finanziere cinese. Chi si suicida, chi dà fuoco alla villa (uccidendo moglie e figli), chi va in galera per bancarotta, chi continua a lottare.Ogni storia è raccontata in una decina di pagine, ogni capitolo una tragedia.
Lettura comoda e piacevole.

Come è possibile perdere tutto in poco tempo?

Gli autori ci ricordano una cosa, che sia monito per tutti: siamo umani. Ognuno ha le sue debolezze, anche il fantamiliardario. Non parlo di droghe o altri vizi, parlo di debolezze. Chi non ascolta i consigli perchè troppo arrogante o orgoglioso, chi desidera acquistare una squadra di calcio che amava fin da bambino, per la quale si indebita fino al collo (la squadra in questione è il Crystal Palace di Londra), chi è geloso patologico, chi inizia a diventare paranoico, chi diventa avvezzo al pericolo. Siamo umani.

 

P.S sì l’ho preso ultra scontato, 2€ ben spesi

Annunci

Una risposta a "I Campioni del Crack (book review)"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....A communal enjoin!

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

FUC

Future Under Construction

Lavoro Esaurito

Cronache dai più assurdi colloqui di lavoro

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Bellezza & Benessere

La Sareètt in The Wonderland

opinionevent

L'evento con l'opinione intorno.

Chiara Monique

Official Blog

30 anni disoccupata

un blog per condividere sfighe e dolori di una trentenne disperata

La divina carriera

Consigli per la tua vita professionale

Topgonzo's Blog

Antologia di topogonzo (e nugae varie)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Bad Work

Come sopravvivere ai lavori di merda

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Il lavoro quando non c'è lavoro

Cercare il Sacro Graal in confronto sarebbe una passeggiata.

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: