La scala sociale

Chi è appassionato, come me, del genere distopico, non può non apprezzare l’interessante e drammatica questione del futuro del capitalismo moderno.

Oggi sono pessimista, scusate l’incipit.

Ma leggendo l’articolo pubblicato ne l’Internazionale mi sono venute in mente le storie di P.Dick, Bradbury e altri. Il genere distopico mi costringe a pensare alle conseguenze delle azioni, ad immaginare il futuro, mi pone delle domande alle quali non so rispondere.

Sapete tutti cos’è il genere distopico no? NO?
Andate su wikipedia. Ma se siete pigri spiego io, in due parole. E’ l’opposto dell’utopia. Facile vero? Si immagina un futuro dove le cose non vanno proprio per il meglio, dove il sogno di prosperità si trasforma in incubo di disuguaglianza ed oppressione. Esempi? Ce ne sono mille nella letteratura. Avete presente Orwell? Quello del Grande Fratello. Oppure Farenheit di Bradbury, Blade Runner (vero titolo Ma gli androidi sognano pecore elettriche, di Dick). Oppure andate in Cina, oggi.

Perchè è dentro i palazzi residenziali del mostro asiatico che gli incubi si materializzano, e la fantascienza si trasforma in cronaca quando le immagini delle nubi tossiche invadono le strade pechinesi.

Perchè? Se vuoi avere ogni anno un incremento del PIL superiore al 6% (in Europa siamo sul 1.5, in Italia festeggiamo con +1%), +6 oggi, +6 domani, +6 il giorno dopo, allora un prezzo deve essere pagato. Nulla è gratis no? Anche il progresso economico si paga. Con le risorse naturali, con il lavoro, con lo spreco, con l’acquisto compulsivo. E anche con lo sfruttamento.

L’articolo dell’internazionale (clicca qui per leggerlo), non è fantascienza.

Nel mio palazzo di Pechino, questa verticalità scende di un gradino, sia sociale sia altimetrico. Sotto terra, vive la signora Lu; al quinto, una coppia di mezza età che è perfino stata in gita in Italia e mi ha invitato a prendere il tè; all’ottavo ci sto io; al diciottesimo e ultimo, altre famiglie della piccola borghesia di recente costituzione.

Ma altrove – non in questo palazzo tutto sommato popolare dove uno dei due ascensori non funziona da quando mi ci sono trasferito – la verticalità si esaspera. Sotto terra c’è il “la tribù dei ratti” che esce a caccia di rifiuti; al quarantesimo, il megastudio o l’appartamento tutto marmi. Proprio come in Ballard, ma qui l’elastico si tende ulteriormente, così come la disuguaglianza sociale della Cina moderna. Eppure, non c’è violenza apparente.

Ci troviamo ad un bivio generazionale: o il modello cinese verrà imposto anche a noi, oppure lì accadrà qualcosa di grosso. Si parla di milioni e milioni di “ratti”, che vivono ogni giorno così, sottoterra. Non qualche decina, fate attenzione, milioni.

Esiste una terza via. L’occidente (noi) continuerà con i suoi giochi finanziari, ignaro di tutto. Continueremo la nostra vita, nel “benessere”, e chi se ne frega.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....A communal enjoin!

'mypersonalspoonriverblog® www.blogitalia.org

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

FUC

Future Under Construction

Lavoro Esaurito

Cronache dai più assurdi colloqui di lavoro

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Bellezza & Benessere

La Sareètt in The Wonderland

opinionevent

L'evento con l'opinione intorno.

Chiara Monique

Official Blog

30 anni disoccupata

un blog per condividere sfighe e dolori di una trentenne disperata

La divina carriera

Consigli per la tua vita professionale

Topgonzo's Blog

Antologia di topogonzo (e nugae varie)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Bad Work

Come sopravvivere ai lavori di merda

Like a Pianta Grassa

Poca acqua e poca terra sotto i piedi. Blooming

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Il lavoro quando non c'è lavoro

Cercare il Sacro Graal in confronto sarebbe una passeggiata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: