Come si trova lavoro, davvero? Leggere per credere

Allora, i numeri che vi andrò ad illustrare possono dar adito ad interpretazioni contrastanti.

Potete essere d’accordo, potete magari arrabbiarvi, in ogni caso dobbiamo rifletterci su.

L’articolo di Business Insider mostra quali sono i “canali” più utilizzati per trovare lavoro in Italia, facciamo due conti:

  1. Relazioni personali (amici e parenti) 59.7%
  2. Autocandidature 58%
  3. Contatti professionali 43.8%
  4. Giornali 36%
  5. CPI 33%
  6. API 30.5%
  7. Concorsi 28.9%
  8. Scuole o istituti di formazione 25.4%
  9. Attività autonoma 23.2%

Ovviamente avrete notato molte cose sulle quali riflettere. I numeri ovviamente vanno letti pensando al candidato che sfrutta più canali contemporaneamente. E i risultati?
Quali sono i canali con maggiore efficacia? E perché? Mettiamoli in ordine di ingresso, come mostrato nell’articolo:

  1. Relazioni personali (amici e parenti) 33%
  2. Autocandidature 20.4%
  3. Concorsi 10%
  4. Contatti professionali 9.9%
  5. Attività autonoma 9.1%
  6. API 5.6%
  7. Scuole o istituti di formazione 3.7%
  8. CPI 3.4%
  9. Giornali 2.6%
  10. Altro  2.3%

Ora possiamo ragionare. 

I numeri non indicano ovviamente moltissime cose, come le posizioni che vengono trovate con un mezzo o con l’altro, la durata media del rapporto professionale, la regione di appartenenza, la retribuzione media. Ma un paio di considerazioni possono essere ugualmente emergere da questi pochi dati.

  1. Le relazioni personali (familiari e professionali) sono un’interminabile fonte di contatti utili, anche per il lavoro. In un’economia come quella italiana la fiducia del contatto diretto è un mezzo di recepimento di domanda lavorativa. Se ho un amico che lavora presso Bad Work, gli chiedo se cercano qualcuno, no?
  2. I soldi statali. Mentre il concorso pubblico è ancora la pietra filosofale, i numeri mostrano che i CPI non danno risultati utili. Che questi ultimi rappresentino soldi sprecati si sapeva, i dati lo confermano
  3. Ancora qualcuno pubblica annunci sui giornali?
  4. Le autocandidature. Questo è il dato più interessante. Se io faccio il blogger, ad esempio, e voglio trovare il lavoro in questo settore, mi propongo alle aziende, faccio la mia proposta di lavoro a loro, direttamente, senza intermediari. Mi mostro attivo, anzi, proattivo. Ho un progetto per loro, un’idea. Stabilisco un contatto. Magari, mi hanno detto una volta, qualcuno ci casca.

 

E voi invece? Come avete trovato lavoro? Quali di questi canali usate? Scrivete sotto nei commenti

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...