[Guide] 3 consigli per iniziare una nuova avventura

E’ lunedì.

Molti di voi saranno in procinto di imprecare inaugurando la nuova settimana, magari con scadenze, impegni gravosi. Altri purtroppo saranno ancora alla ricerca di un impiego, presi dalla lettura di annunci, magari preparandosi ad un ennesimo colloquio.
Buona fortuna, in ogni caso.

Per quelli che stanno iniziando una nuova avventura, sia da libero professionista che da impiegato, per tutti coloro i quali stanno per iniziare qualcosa di diverso, ho 3 piccoli consigli.

Premessa: esiste un fenomeno chiamato “avversità al cambiamento”. Già 500 anni fa Machiavelli ne parlava ne “il Principe”, descrivendo la naturale avversione alle cose nuove, ai cambiamenti di ogni genere e la simpatia verso tutto cio che è vecchio. Ma l’aspra verità è che le cose cambiano. Cambiano i lavori, le città, le amicizie, le abitudini. L’importante è essere preparati no?

  1. Predisposizione. Mai farsi schiacciare dai cambiamenti. Se le cose cambiano, non necessariamente devono cambiare in peggio. Se ad esempio cambi lavoro, e devi naturalmente ripartire da zero non è detto che questo rappresenti una minaccia, un disastro. Può essere l’occasione che aspettavi. Può essere l’occasione per fare le cose per bene, di mettere in pratica ciò che hai appreso. Puoi evitare di commettere tutti quei stupidi errori che hai fatto in passato.
  2. Piano. Non essere impreparato. Se davvero devi partire da zero, cerca di iniziare partendo con almeno l’1% di quello che ti servirà. Continuiamo con l’esempio del cambio di lavoro. Immaginiamo di passare da un lavoro in ambito amministrativo ad un altro, di vendita, per un’altra azienda di un altro settore. Ovviamente questo passaggio non avverrà immediatamente, e saranno necessari alcuni giorni (forse settimane) di transizione. Magari corollate da un periodo di prova. Non arrivate al periodo di prova con lo 0% di conoscenze e competenze. Iniziate a documentarvi, a farvi un piano di cosa vi occorra per iniziare al meglio. Prendete una bella job description del lavoro che andreta ad occupare. Quali conoscenze vi servono? Quali skill? Quali software utilizzerete, quali macchinari? Qual è il linguaggio tecnico che dovrete conoscere? Qualche giorno sarà più che sufficiente a darvi l’1% che vi occorrerà per iniziare al meglio
  3. Morale. Ci possono essere numerosi atteggiamenti davanti al nuovo. Costruttivi o meno, sono tutti giustificati. Ma è sempre una cosa buona iniziare carichi e ben predisposti. Fate solo attenzione all’eccessiva carica iniziale, all’entusiasmo dei primi giorni. Il morale non è uno stock fisso, va continuamente alimentato. Ci sono molti casi di iniziale energia sfociata nell’apatia assoluta, dopo soli pochi giorni.

Qual è il vostro comportamento di fronte alle novità?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...