[Attualità] Il CV e il Calcetto

Per evitare di inserirmi nel commento di questi giorni sull’ennesima polemica circa una frase di un ministro qualunque, scrivo quanto segue dopo un’attenta riflessione.

Non a caldo, non di getto. Non cerco clic facili.

Voglio vedere la questione dal punto di vista più produttivo, più utile a chi legge. Fare gli stronzi è facile e lo sappiamo tutti (stronzi inclusi).

Secondo il ministro Poletti (dicastero del Lavoro) è meglio andare a giocare a calcetto piuttosto che inviare curricula.

Questa è la frase incriminata. Ci siamo fin qui?

La prima reazione, quella naturale, prevede l’utilizzo di turpiloqui, offese o peggio. Tutte all’indirizzo del ministro. La seconda reazione è quella della tristezza, si comincia a pensare che tutto faccia schifo, che è il solito magna magna, che le cose non cambieranno mai con questa classe dirigente. Si finisce con l’accettare la tristezza e dimenticare la faccenda, come accadde tempo fa, sempre a causa di una frase del ministro sui cervelli in fuga.
Non so a voi ma a me questo iter ricorda le 5 fasi del lutto.

Ora ci rifletto con calma. 
Ho lavorato per un pò nel settore delle risorse umane, ho fatto per un anno il recruiter, sono un utente attivo di Linkedin e blogger da quasi un anno. Vi dico la mia, poi decidete per i fatti vostri.

Ragioniamo con calma. Passo passo.

  1. E’ vero che il solo invio di CV non è la strategia migliore. Innanzitutto una buona strategia di ricerca del lavoro non prevede l’invio del CV. O perlomeno non solo o in minima parte. Non sono volantini pubblicitari, per cui se ne mando 10000 almeno un cliente lo trovo. Se pensi questo sbagli.
  2. E’ vero che l’intera attività di ricerca non si deve limitare all’invio di CV. Ho più volte sostenuto che il continuo aggiornamento e specializzazione professionale sia un’attività da accompagnare parallelamente alla ricerca, come parte integrante di essa.
  3. E’ vero che attività sociali facciano bene in mancanza di lavoro. Tempo fa suggerii che attività come il volontariato o l’appartenenza ad associazioni (culturali, sportive, hobbistiche) sia molto utile. Aiutano a sopportare la mancanza di lavoro, limitandone i danni.
  4. E’ vero che le relazioni sociali sono utili per trovare lavoro. Tuttavia è giusto precisare che la qualità di queste sia molto più importante della loro quantità. Circondarsi di amicizie o giri di amicizie “tossiche” sia deleterio.
  5. E’ falso che il ministro in questione sia un buon ministro. Non per la frase in sè. La cazzata la possiamo dire tutti. Il vero guaio è il limitarsi, da parte di un ministro, a dire che le cose stanno così. Non offrire una soluzione valida, un consiglio, non offrire alternativa che possa essere pragmaticamente utilizzabile fa del ministro Poletti un amministratore mediocre.

Personalmente posso dire di aver trovato lavoro, in passato, sia con il CV che con proficue relazioni professionali. Quando era il Cv non era da solo, era accompagnato da molte altre cose. Quando tempo fa un recruiter mi chiese cosa avevo fatto nei periodi senza lavoro, avevo una risposta. Ovviamente se avessi seguito alla lettera il ministro, se avessi detto “quando non avevo lavoro giocavo a calcetto”, invece di una stretta di mano avrei ricevuto un calcio nel culo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....A communal enjoin!

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

FUC

Future Under Construction

Lavoro Esaurito

Cronache dai più assurdi colloqui di lavoro

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Bellezza & Benessere

La Sareètt in The Wonderland

opinionevent

L'evento con l'opinione intorno.

Chiara Monique

Official Blog

30 anni disoccupata

un blog per condividere sfighe e dolori di una trentenne disperata

La divina carriera

Consigli per la tua vita professionale

Topgonzo's Blog

Antologia di topogonzo (e nugae varie)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Bad Work

Come sopravvivere ai lavori di merda

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Il lavoro quando non c'è lavoro

Cercare il Sacro Graal in confronto sarebbe una passeggiata.

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: